Istituto Comprensivo
Statale "A. Cesari"

Castel d'Azzano - Verona

Istituto Comprensivo Statale "Antonio Cesari" Via Marconi, 76 – 37060 Castel d’Azzano (VR)
codice meccanografico vric85900v – codice fiscale 93048380237 - codice fattura elettronica UFINC1 - CODICE IPA istsc_vric85900v

IBAN IT 85 G 05034 59360 000000096909

Scuola secondaria di primo grado “Antonio Cesari”

Via Marconi n. 76 Castel d’Azzano (VR)

Tel 045 8520813

La scuola secondaria di 1° grado ospita 15 classi: 5 corsi completi.

L’ organizzazione oraria prevede un tempo scuola di 30 ore settimanali, dal lunedì al sabato.

Attività integrative al curricolo

Nel corso dell’anno scolastico vengono proposte e realizzate diverse attività che arricchiscono ed integrano il progetto educativo e formativo previsto dal curricolo.

Progetto continuità: alla fine dell’anno scolastico vengono dedicati dei momenti di accoglienza degli alunni delle classi quinte delle scuole primarie dell’istituto comprensivo per agevolarli nell’inserimento alla scuola secondaria. Gli alunni delle classi prime della secondaria sotto la guida dei loro insegnanti organizzano per loro spettacoli teatrali e laboratori di scienze-lingue straniere.

Teatro in lingua inglese:  durante l’anno scolasticoviene proposta una rappresentazione teatrale in lingua inglese con la finalità dimigliorare la comprensione di questa lingua straniera attraverso l'approccio con un testo in inglese e l'interazione con attori madrelingua.

Lettura guidata di un quotidiano:  durante tutto l’anno scolastico, nelle classi terze,  sotto la guida dell’insegnante di lettere si effettua la lettura di alcuni quotidiani forniti gratuitamente alla scuola grazie all’adesione al progetto “Il quotidiano in classe”. Le finalità di questo progetto sono: approfondire la conoscenza di tematiche affrontate in classe e favorire la riflessione e il confronto.

Progetto Star bene a scuola: è un progetto rivolto agli alunni di tutte le classi perpromuovere negli allievi la consapevolezza delle problematiche legate al fenomeno del bullismo e al disagio scolastico; promuovere la capacità di trovare possibili strategie di controllo delle emozioni e per favorire lo sviluppo di comportamenti corretti eresponsabili.

Attività sportive: gli alunni di tutte le classi, durante l’anno scolastico, con la guida degli insegnanti di educazione motoria  hanno la possibilità di cimentarsi in vari sport (pallavolo, badminton, corsa campestre, ecc.) partecipando a vari tornei interni alla scuola secondaria ed esterni a carattere provinciale. Gli obiettivi educativi sono la presa di coscienza dei valori sportivi, la conoscenza del proprio corpo, la socializzazione, la conoscenza ed il rispetto delle regole delle attività sportive.

Educazione all’affettività e sessualità:  gli alunni delle classi terzeeffettuano degli incontri con specialistiche offrono loro spunti di riflessione sull’ affettività e la sessualità e sulla valorizzazione dell’incontro con l’Altro.

Orientamento:per gli alunni delle classi seconde e terze viene studiato un percorso di orientamento per sostenerli nella scelta della scuola superiore. In particolare gli alunni delle classi seconde vengono guidati nel prendere coscienza delle risorse personali, mentre gli alunni di terza vengono aiutati ad analizzare l’offerta delle scuole secondarie di secondo grado per favorire un’efficace ricerca dell’indirizzo di studi da scegliere al termine della scuola media.

Giornata della memoria: in occasione della giornata della memoria (27 gennaio) vengono organizzati momenti di riflessione rivolti a tutti gli alunni (visione di film o di spettacoli teatrali, incontri con studiosi o testimoni dell’olocausto) per educare al senso di responsabilità, al rispetto della differenza, all’importanza della conoscenza e del ricordo del passato.

Integrazione e solidarietà: gli alunni delle classi terze ricevono in prestito il libro “Le avventure di  Daktare e Tendaogò” che viene letto in classe sotto la guida dell’insegnante. Alla lettura segue l’incontro con alcuni volontari che si sono recati in Burkina-Faso e che hanno partecipato alla stesura del libro. Gli obiettivi di questo progetto sono favorire la sensibilità verso gli altri, sviluppare il rispetto delle diversità e far percepire la valorizzazione dell’altro come ricchezza.