Istituto Comprensivo
Statale "A. Cesari"

Castel d'Azzano - Verona

Istituto Comprensivo Statale "Antonio Cesari" Via Marconi, 76 – 37060 Castel d’Azzano (VR)
codice meccanografico vric85900v – codice fiscale 93048380237 - codice fattura elettronica UFINC1 - CODICE IPA istsc_vric85900v

IBAN IT 85 G 05034 59360 000000096909

In questa pagina vengono raccolte informazioni e documenti divulgativi per permettere agli utenti dell'Istituto Comprensivo "A. Cesari" di comprendere le norme relative alla privacy, in particolare dopo la emanazione del regolamento del Parlamento europeo n. 679 del 2016.

La scuola sta attuando un percorso di adeguamento alle norme del Nuovo Regolamento Europeo sul Trattamento dei Dati (G.D.P.R. UE 2016 / 679). Tutte le informazioni specifiche sono contenute nella sezione Amminstrazione trasparente al seguente link

https://www.comprensivocesari.gov.it/sito/index.php?idpag=2089

Sito del Garante per la protezione dei dati personali https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home 

Tra i materiali pubblicati: "La scuola a prova di privacy", la nuova guida del Garante per la protezione dei dati personali. L'obiettivo è quello di aiutare  studenti, famiglie, professori e la stessa amministrazione scolastica a muoversi agevolmente nel mondo della protezione dei dati.

La guida - che si apre all'insegna dell' "insegnare la privacy, rispettarla a scuola" -  raccoglie i casi affrontati dal Garante con maggiore frequenza, al fine di offrire elementi di riflessione e indicazioni  per i tanti quesiti che vengono posti dalle famiglie e dalle istituzioni: da come trattare correttamente i dati personali degli studenti (in particolare quelli sensibili, come condizioni di salute o convinzioni religiose) a quali regole seguire per pubblicare dati sul sito della scuola o per comunicarli alle famiglie; da come usare correttamente tablet e smartphone nelle aule scolastiche a quali cautele adottare per i dati  degli allievi con disturbi di apprendimento.

Il vademecum dedica inoltre particolare attenzione alla "scuola 2.0" e al corretto uso delle nuove tecnologie, al fine di prevenire atti di cyberbullismo o altri episodi che possano segnare negativamente la vita dei più giovani.

Per facilitarne la consultazione, la guida è articolata in cinque brevi capitoli (Regole generaliVita dello studente; Mondo connesso e nuove tecnologie; Pubblicazione on line; Videosorveglianza e altri casi) che riportano regole ed esempi, e in due sezioni "di servizio" (Parole chiave; Appendice - per approfondire) utili per comprendere meglio la specifica terminologia utilizzata nella normativa sulla privacy e per avere un sintetico quadro giuridico di riferimento.